• info@giuliaferrari.com

photo credit: Fashion To Max

Le caratteristiche da considerare per scoprire a quale categoria appartenete

La prima regola da seguire per identificare i propri colori personali consiste nel riconoscere la categoria di appartenenza, tra colori caldi e colori freddi.
I primi ricordano i paesaggi del deserto – dal marrone della sabbia all’arancione dei tramonti –  includendo sfumature dorate, mentre i toni freddi sono associati alle distese di acqua, ai ghiacciai del Circolo Artico e ai cieli grigio-blu.
Per capire a quale divisione appartenete un suggerimento utile è avvicinare al viso un pezzo di stoffa color oro e uno argento, noterete immediatamente come il colore giusto per voi valorizzi i vostri lineamenti.
La pelle diventa radiosa, gli occhi acquistano brillantezza, mentre l’aspetto in generale appare riposato e disteso. Se la vostra pelle ha sfumature calde starete meglio con l’oro, mentre l’argento dona chi ha toni più freddi.
Capelli, occhi e pelle sono i punti chiave di questa analisi, per questo vanno considerati attentamente:

  • Caratteristiche toni caldi

Capelli:
Chi ha toni caldi presenta capelli dai riflessi dorati, che siano chiari o scuri, come toccati dai raggi del sole. Stesso discorso anche per chi ha sfumature rosse, in particolare ramate o naturali.
Castano scuro.
Rossi.
Castano dorato.
Grigio dorato.
Castano con sfumature rosse, bionde o dorate.
Biondi con sfumature dorate.
Castano rosso ramato.
Castano scuro con sfumature rosse o dorate.

Occhi:
Se guardate attentamente i vostri occhi alla luce naturale e notate delle macchioline marroni o dorate fate parte della famiglia dei toni caldi, di seguito i colori di riferimento.
Marrone dorato.
Marrone rosso.
Ambra.
Verde oliva.
Verde-Blu.
Verde chiaro.
Verde con macchioline dorate.
Turchese.
Blu con macchioline marroni.
Nocciola.
Marrone scuro.

Pelle:
Questa è senza dubbio la parte più complicata. Per togliere ogni dubbio osservate i polsi, dove la pelle è più sottile, con attenzione anche le vene, se sono verdi non ci sono dubbi: siete caldi.
Un ruolo importante lo gioca anche il sottotono, in questo caso deve essere giallo o dorato.
I toni per una pelle appartenente a questa categoria sono:
Avorio, molto chiara con sottotono giallo.
Pesca, chiara con sottotono arancione.
Beige dorato con sottotono dorato.
Caramello, carnagione marrone dorato con sottotono dorato.
Bronzo dorato, carnagione olivastra con sottotono dorato.
Beige scuro con tono della pelle marrone caldo.

  • Caratteristiche toni freddi

Capelli:
I capelli delle persone fredde non hanno in nessun modo riflessi dorati, quanto piuttosto cenere (biondi o castani che siano).
Ecco alcuni esempi di toni di capelli freddi:
Grigio blu.
Biondo platino.
Grigio argento.
Bianchi.
Sale e pepe.
Biondo cenere.
Castano cenere.
Castano scuro.
Neri.

Occhi:
Gli occhi “freddi” possono includere toni grigi o essere molto scuri, ma senza traccia di macchie dorate. Anche se avete occhi blu o verdi potreste appartenere a questo gruppo, l’importante è che il colore non presenti sfumature calde.
Blu con macchioline grigie o bianche.
Grigio-blu chiaro.
Grigio-verde chiaro.
Grigi.
Blu scuro, viola.
Verdi.
Marrone scuro.
Marrone-nero.

Pelle:
I tipi di pelle fredda presentano un sottotono rosato o bluastro, anche in questo caso osservare i polsi è un ottimo punto di partenza: se le vostre vene sono blu fate parte di questa categoria. E’ possbile anche che chi ha la pelle beige o ebano si possa identificare tra i colori freddi, l’importante è che non siano presenti sottotoni dorati.
Porcellana con sottotono leggermente rosato.
Beige, senza sottotono dorato.
Beige-rosa con sottotono rosato.
Olivastra.
Mandorla. Carnagione marrone chiaro
Ebano.
Nera con sottotono blu.

Conoscendo – e riconoscendo – le vostre caratteristiche personali riuscirete a creare un guardaroba ad hoc per voi, risparmiando tempo e denaro in inutili acquisti, assecondando quelli che sono i vostri colori personali.
Questo è lo step più complicato per quanto riguarda l’analisi dei colori, identificare la propria categoria di appartenza è fondamentale per poter procedere con il passo successivo, ossia scoprire a qual è la vostra stagione di riferimento.

  Tags:   , , ,
Share

Posts by 

No Comments Leave a comment  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter your keyword: