• info@giuliaferrari.com

Ci sono ben poche borse nella storia che possono vantare di essere icone di stile e di rimanere per sempre delle IT bag. La 2.55 può.

Come è possibile racchiudere lusso, funzionalità, femminilità, stile e versatilità tutto in accessorio? Si, forse, definire la 2.55  un ‘accessorio’ è davvero riduttivo.

Nel secondo mese dell’anno, in onore della nascita di questo mito, ecco le tappe che ne hanno fatto la storia.

Gabrielle Chanel, da vera donna libera, capace di imporre con raffinatezza al mondo le nuove tendenze, si accorge che non poteva andare alle corse con borse ingombranti: voleva poter mettere le mani tasca, muoversi liberamente e poter reggere il binocolo comodamente.

Le borse militari ispirano la nostra icona, che nel Febbraio del 1955 crea la borsa culto 2.55: una borsa che poteva essere indossata a spalla o a tracolla.

La borsa, risultato di un bisogno personale di Mademoiselle, risponde a pieno titolo alle esigenze della donna in evoluzione negli anni Cinquanta: attiva, dinamica, esigente, ma soprattutto con necessità pratiche, oltre che di lusso.

Le caratteristiche salienti?  Lucchetto rettangolare (mademoiselle lock),  catena regolabile rolò doppia incatenata, tessuto jersey poi in pelle d’agnello, effetto matelassé (impuntura a rombi), interno bordeaux.

Miti raccontano che per il matelassé prese ispirazione dalle giacche dei garzoni alle corse, per il colore interno bordeaux, dalle divise dei bambini dell’orfanotrofio in cui era cresciuta e per la catena, dai portachiavi dei guardiani dello stesso.

Un vero classico, che nel 1988 viene adattato dal direttore creativo della Maison,  Karl Lagerfeld: nasce la 2.88, chiamata anche ‘Classic’, una borsa dal lucchetto con il logo (double C lock)e la catena intervallata dalla pelle.

Nel 2005, a 50 anni dalla creazione, la casa francese ripropone la magica 2.55, esattamente come l’aveva creata LEI, Coco. Da qui il nome Reissue (riedizione) 2.55.

Qualsiasi donna con il fiuto per gli affari, può ben capire che investimento possa essere una borsa di questo genere; un gioiello da sfoggiare per una vita intera e da custodire per le generazioni future.

 

 

  Tags:   , ,
Share

Posts by 

No Comments Leave a comment  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter your keyword: